Menez: squadra attuale, statistiche e caratteristiche tecniche

Menez sul sentiero veloce del recupero

Menez sta facendo progressi sorprendenti nel suo percorso di recupero dopo l’operazione in artroscopia per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, intervento avvenuto lo scorso 31 agosto. Il talentuoso giocatore ha dimostrato una determinazione straordinaria nel suo percorso di riabilitazione e recentemente ha iniziato a toccare il pallone con una continuità che promette bene per il suo ritorno in campo.

Il recupero di Menez, al momento, sembra essere più veloce del previsto, aprendo la possibilità di vederlo di nuovo in azione già a gennaio. Questa prospettiva è sicuramente motivo di grande entusiasmo per i tifosi del Bari e per tutti coloro che ammirano il talento e la destrezza dell’ex amaranto.

Menez, insieme al suo team medico, sta lavorando diligentemente per assicurare che il suo recupero sia completo e che il suo corpo sia pronto per il ritorno in campo. È fondamentale non affrettare troppo il rientro per evitare traumi muscolari, aspetti cruciali per garantire una ripresa duratura e sostenibile.

Il Bari, attualmente, può guardare con ottimismo al ritorno imminente di uno dei suoi giocatori chiave. Menez, con la sua abilità tecnica e la sua esperienza, potrebbe essere una risorsa fondamentale per la squadra nel corso della stagione.

All’età di 36 anni, il percorso di recupero di Jeremy Menez è un racconto di determinazione e resilienza. Il suo impegno nel superare gli ostacoli post-operatori sta dimostrando di essere cruciale per un ritorno rapido e, speriamo, trionfale. L’attesa per il suo rientro in campo è carica di speranza e attesa, alimentando la passione dei tifosi del Bari che non vedono l’ora di rivederlo indossare la maglia e contribuire al successo della squadra.

Infortunio Menez

“Ti aspettiamo Jeremy”!

menez bariE’ il titolo del post sui social della SSC Bari. “Gli esami strumentali a cui è stato sottoposto Jeremy Menez, per valutare l’entità dell’infortunio incorso durante la sfida contro il Palermo di venerdì scorso, hanno confermato la diagnosi clinica di rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Nei prossimi giorni il calciatore sarà sottoposto a intervento chirurgico”.

Menez in un video sul sito ufficiale

“Buongiorno, abbiamo saputo della brutta notizia di oggi, ma mi hanno detto che comunque c’è sempre di peggio nella vita, torneremo più forti di prima. Volevo ringraziare tutti i tifosi del Bari per la grande accoglienza, dal primo giorno mi sono sentito subito a casa. Un ringraziamento anche alla squadra. Come avete visto, abbiamo una squadra di guerrieri”

Menez giocatore del Bari

Il giocatore francese aveva firmato un contratto fino a giugno 2024 con opzione di rinnovo in caso di promozione. Purtroppo l’esordio non è stato dei migliori. Alla prima di campionato, il francese ha riportato un grave infortunio.

 

Menez Reggina

Jeremy Menez annuncia nel 2020 la sua decisione di non voler rinnovare il contratto con i parigini del Paris FC al termine della stagione: il 23 giugno 2020 si accorda con la Reggina e firma un contratto triennale che scadra il 30 giugno 2023. Subito in gol con la squadra amaranto, nell’1-1 contro la Salernitana, valido per la prima giornata di Serie B. In seguito premiato dalla Lega Serie B come il Miglior gol della settimana. Jeremy Menez ha disputato 3 campionati in serie B con la Reggina, collezionando 65 presenze, 13 gol e 5 assist. Inzaghi lo ha schierato nel ruolo di centravanti, o se preferite, come “falso nueve”.

Menez saluta la Reggina: il post sui suoi profili social

Mi sono preso un po’ di tempo ma volevo ringraziare tutta la gente della società @reggina_1914_official e i miei compagni di squadra e tutti i tifosi reggini GRAZIE  #reggiocalabria“.

Jeremy Menez è uno dei calciatori più talentuosi della sua generazione, con una carriera che lo ha visto giocare in alcune delle più prestigiose squadre di club in Europa e con la nazionale francese

 

Biografia e formazione

Jeremy Menez è stato selezionato per la squadra francese in tutte le possibili categorie di età conquistando anche il Campionato Europeo Under 17 nel 2004 e ha esordito nella Nazionale nel 2010 contro la Norvegia.Una lunga carriera, quella di Menez, che ha portato il giocatore a militare in numerose squadre, tra cui il Sochaux, il Monaco, la Roma e il Milan, il Paris Saint Germain.

Jeremy Menez nasce il 7 maggio 1987 in Francia, a Longjumeau, e cresce aVitry-sur-Seine, in una famiglia di origine bretone. Viene presto notato da un reclutatore Sochaux, lascia la sua famiglia e a 13 anni raggiunge il centro di allenamento dell’FC Sochaux-Montbéliard: cresce calcisticamente nel Sochaux e dopo una lunga gavetta nel settore giovanile, riesce ad esordire in Ligue 1 nel 2004. A 16 anni firma con il Sochaux e a 17 anni passa alla storia come il più giovane giocatore a segnare una tripletta contro il Bordeaux nella massima serie francese.

Menez Milan

Dopo gli inizi della carriera nel Sochaux, Jeremy Menez viene acquistato dal 2006 dal Monaco e confermato per le due successive stagioni con ottimi risultati.

Il 28 agosto 2008 viene acquistato dalla Roma per 10,5 milioni di euro: resterà nella squadra per tre anni giocando ad altissimi livelli, prima come esterno d’attacco poi come ala fascia destra. Ulteriore salto di qualità lo compie nel luglio del 2011 quando passa al Paris Saint-Germain per 8 milioni di euro. Nella stagione 2012-2013 è uno dei punti fermi della squadra guidata da Carlo Ancelotti: il 12 maggio 2013 vince la Ligue 1 con la squadra parigina, e il suo primo trofeo della carriera.

Nell’estate 2014 Jeremy Menez viene acquistato dal Milan e torna in Italia superando il record personale di gol stagionali concludendo la stagione con 16 reti (record personale in carriera) in 34 partite in tutte le competizioni.

Dopo un’intervento all’ernia nel 2015 che lo tiene fuori dal campo per nove mesi, nella stagione 2015-2016, Jeremy Menez torna in campo e conclude la seconda stagione con rossoneri segnando 4 reti in 12 presenze complessive.  Il 1º agosto 2016 viene ceduto al Bordeaux e dopo una stagione, nel 2017 si trasferisce all’Antalyaspor.  Il 5 gennaio 2018 firma con i messicani del Club América, ma dopo numerosi infortuni, il 29 agosto 2019 rescinde consensualmente il contratto formando per un anno con il Paris FC, club della Ligue 2.

Statistiche

Jeremy Menez comincia a giocare con la Reggina nel luglio 2020: ad oggi sono 56 le partite giocate in campionato e 13 i goal segnati. Con il Paris FC (2029-2020), ha giocato 18 partirte segnando 5 goal con 4 assist. Con il Club América (2008-2019) Ménez ha giocato 23 partire, segnando 5 goal ed effettuando 5 assist; con l’Antalyaspor (2017-2018) il calciatore ha giocato 9 partite (con 0 goal e 0 assist).

Nella stagione 2016-2017 con il Bordeaux ha giocato 31 partire, realizzando 3 goal e 2 assist. Eccezionale la sua presenza al Milan (2014-2016) con 50 partite giocate. 22 reti effettuate, 4 assist. Ben 111 le partite giocate con 19 goal e 26 assist di Ménez al Paris-Saint Germain (2011-2014).

Con la Roma (2008-2011), Ménez ha giocato 112 partite, realizzano 12 goal e 10 assist. A inizio carriera, con il Monaco (2006-2008), Jérémy Ménez ha giocato 44 partite realizzando 14 goal e 2 assist, con il Sochaux (dal 2004 al 2006) il calciatore ha giocato 31 partite, realizzando tre goal e 0 assist.

Caratteristiche tecniche

Jeremy Menez è un giocatore eclettico: centrocampista, è dotato di buona tecnica e riesce a ricoprire molti ruoli sul fronte offensivo. Agli inizi della carriera giocava soprattutto come trequartista o ala, di tanto in tanto come seconda punta, mentre nel Milan è stato spesso impiegato come centravanti di movimento.

Fra le caratteristiche tecniche Menez, si distingue l’ottima capacità del dribbling e il fatto di essere un ottimo rigorista. Menez riesce ad abbinare invidiabili doti di controllo palla e nel dribbling a una progressione bruciante nel breve, doti che lo rendono un esterno pericolosissimo nell’1 contro 1 che riesce non solo ad accentrarsi, ma anche a cercare la conclusione.

Il calciatore è molto abile con il piede destro, il principale, ma anche con il mancino per puntare il fondo e per crossare. Il calciatore riesce a creare scompiglio nella difesa, ma soprattutto a fornire l’assist decisivo ai compagni, anche se non disdegna il goal.

Si esprime al meglio come centrocampista, se viene schierato vicino all’area avversaria, ma si impegna per lavori di copertura e nei ripiegamenti difensivi. Adatto anche alla zona centrale del campo, il calciatore si adatta anche come trequartista/seconda punta.