Gambarie sciare vista mare

gambarie d' aspromonteA quota 1.400 metri, nel massiccio dell’ Aspromonte, alle porte dell’ omonimo Parco Nazionale, Gambarie d’ Aspromonte, la montagna delle meraviglie, un’area protetta tra le più belle ed importanti d’ Italia, per estensione e per il suo valore naturalistico, faunistico ed anche paesaggistico. Ma non solo! Nato negli anni venti grazie ai pastori, ai boscaioli che qui costruirono casolari di legno per i propri usi, Gambarie d’ Aspromonte è andato via via crescendo, diventando negli anni 50, il 1° centro turistico montano del meridione, ove nel 1956 fu installata la prima seggiovia del sud, con tanto di pista da sci..

Da allora la nascita di nuove attività è stata spontanea ed ha visto nel 1964 Gambarie, inserita con un decreto ministeriale tra le mete estive ed invernali d’ interesse turistico, sancendo così il suo sviluppo con la costruzione di hotel, ristoranti, locali e di 2 nuove seggiovie e sciovie – con relative piste – sino alle vette del Monte Scirocco e del Monte Nardello. Piste dalle quali si domina tutto il pianoro, lo Stretto, l’ Etna, la Costa Viola e Scilla! Gambarie d’ Aspromonte, la montagna delle meraviglie, circondata dal mare, offre infatti una grande varietà di paesaggi naturali, che vanno dalla tipica macchia mediterranea al paesaggio alpino, in pieno territorio del Parco Nazionale.

Fitti i sentieri di Gambarie, percorrendo i quali è possibile andare alla scoperta della flora e dalla fauna dei “punti” di maggior interesse del territorio, come Montalto, raggiungibile in 3h di marcia, ove svettano una statua del Cristo Redentore e la Rosa dei venti; o il Santuario della Madonna di Polsi, raggiungibile in 2h; o tra i percorsi più soft, la Diga del Menta e le cascate dell’Amendolea. Non mancano poi percorsi storico-naturalistici alla scoperta di antiche testimonianze di questa terra, come il Mausoleo di Garibaldi, ove Giuseppe Garibaldi nell’ agosto 1862 fu ferito ed arrestato.

Ma Gambarie ha ancora molto altro da offrire, tra sport estivi ed invernali, svaghi, eventi culturali e manifestazioni, molte delle quali volte alla riscoperta delle tradizioni: dalla cucina alla cultura, dai canti alle antiche leggende. La cucina è infatti il fiore all’ occhiello di Gambarie, con ricette tipiche a base di funghi, di cacciagione, ma anche di carne e formaggi – degli allevamenti locali – che sono celebrate con sagre annuali tra le quali, la Sagra dei Funghi, la Sagra di San Martino, la Sagra del Maiale e la Sagra dei Maccheroni. Sagre facenti parte della rassegna “Gambarissima”, che d’estate hanno luogo sul “palco” di Piazza Carmelo Mangeruca e sono collegate agli altri eventi presentati durante l’anno, tra cui il Festival Musica e Moda, il Raduno sci di fondo, il Verdeaspromonte trekking, le Sagre e le Gare dell’Associazione Aspromonte Bike e altri.

Insomma Gambarie d’Aspromonte è davvero la montagna delle meraviglie, e lo è in ogni stagione!