Riapre la Grotta delle Ninfe di Cerchiara

Visitare la Grotta delle Ninfe di Cerchiara

Un momento particolarmente importante per tutto l’Alto Ionio e per la Regione Calabria, pronta a celebrare la possibilità di riappropriarsi di un’attrazione turistica molto emozionante per il territorio regionale.

Ricordiamo che la Grotta era stata chiusa per mettere in sicurezza un costone pericolante antistante la zona delle Piscine: l’intervento ha richiesto il lavoro di rocciatori professionisti e l’installazione di un sistema di griglie elettrosaldate per tutelare i visitatori da ogni rischio.

Terminato l’intervento, finalmente le porte della Grotta possono tornare a schiudersi per accogliere turisti e residenti interessati ad ammirare quello che è uno scorcio meraviglioso del territorio calabrese, un luogo ricco di storia: sarà dunque possibile immergersi nelle acque sulfuree delle piscine del complesso e usufruire dei fanghi della grotta, con tutte le loro proprietà benefiche.

Particolarmente soddisfatta del risultato raggiunto è l’amministrazione comunale, che ha ricordato come attraverso l’intervento di messa in sicurezza sia stato possibile restituire ai cittadini e al territorio un simbolo della cultura calabrese. Il primo cittadino ha poi anticipato che nei prossimi mesi continueranno i lavori per restituire in toto la riapertura della Grotta che, insieme alla struttura che ospita le piscine termali, rappresenta un volano naturale per la crescita della comunità e l’importanza sul territorio.

L’amministrazione comunale ha poi ringraziato la Regione Calabria che ha consentito gli interventi in oggetto, compreso sia quello di messa in sicurezza (che è stato possibile grazie a un finanziamento ottenuto diversi anni fa) sia quello di ristrutturazione del plesso (frutto dei provvedimenti a supporto della Rigenerazione dei plessi termali).

Le proprietà della Grotta delle Ninfe

L’occasione ci è utile per ricordare che le acque della Grotta delle Ninfe sono acque omeotermali, solfuree, carboniche, ricche di solfato, bicarbonato, elementi alcalini, oltre che terrose e ipotermali. Proprio per queste specificità e per la loro temperature (alla sorgente è di 30°C), le acque della Grotta delle Ninfe hanno effetti benefici sulla pelle e nella cura di artropatie.

Proprietà benefiche a parte, la Grotta delle Ninfe è un vero e proprio piccolo paradiso in Calabria, una piscina termale naturale incastonata tra due imponenti rocce che creano un canyon tutto da guardare. Secondo la leggenda, la Grotta delle Ninfe era il luogo in cui era custodito il talamo della dea Calipso.

Come arrivare alla Grotta delle Ninfe di Cerchiara

Si può arrivare a Cerchiara di Calabria mediante l’Autostrada A2 del Mediterraneo Salerno – Reggio Calabria, prendendo l’uscita Frascineto e proseguendo poi sulla SS 105 e SS 106, direzione Taranto per Francavilla Marittima – bivio Cerchiara di Calabria.

Quindi, si potrà prendere la A14 Bari – Taranto, uscita Taranto, e proseguire su SS106 verso sud e prendere la SGC E847 Potenza – Metaponto. Raggiunta la città di Cerchiara, si dovrà procedere sulla Statale 92 in direzione Piano del Praino e, dopo circa 3 km, svoltare a sinistra.

Insomma, un’ottima ragione in più per programmare le proprie vacanze in Calabria e mettere nel mirino questa attrazione!